Giri al minuto di un estrattore: come valutarli?

Gli estrattori di succo sono uno degli elettrodomestici di nuova generazione che sono ideali per chiunque voglia avere una dieta sana ed equilibrata; infatti questi attrezzi permettono di preparare degli ottimi estratti a base di frutta e verdura che possono contribuire a rendere la vostra alimentazione molto più sana e variegata. Per capire come utilizzare al meglio un estrattore a freddo e anche per scoprire tante interessanti ricette che potrete sperimentare con questo attrezzo, vi invito a consultare la guida che potete trovare sul sito Guidaestrattori.it: guardate in questa pagina le ricette sui succhi da fare con un estrattore.

Gli estrattori a freddo sono degli attrezzi ideati proprio per andare ad estrarre da diversi tipi di frutta e verdura tutto il succo contenuto al loro interno; non si limitano però ad estrarre il succo, ma mantengono intatte tutte le sostanze nutritive contenute al loro interno, quindi sono ideali per assorbire tutte le vitamine e i sali minerali. 

Prima di acquistare un estrattore però, ci sono alcune caratteristiche essenziali da valutare che potrebbero renderlo molto più funzionale. Per esempio una di queste riguarda il motore, e precisamente i giri al minuto del motore. 

Al contrario di quello che potrebbe essere per la centrifuga, altro attrezzo simile per certi versi all’estrattore ma in realtà molto diverso, i giri al minuto di un estrattore devono essere bassi; più sono bassi, maggiore sarà la qualità dell’estrattore che state utilizzando. 

Nel caso di un estrattore infatti è importante che i giri al minuto siano bassi perchè in questo modo si eviterà il surriscaldamento di tutto l’attrezzo. Se dovesse surriscaldarsi, il succo estratto a contatto con il calore perderebbe tutti gli enzimi e le sostanze nutritive. Il succo sarebbe sicuramente buono ma perderebbe di tutte quelle sostanze che vogliamo assimilare.  

Il numero di giri al minuto dipende in primo luogo dalla potenza del motore, che non dovrebbe essere nè eccessiva nè tanto meno troppo bassa. 

I più comuni estrattori in commercio possono essere caratterizzati da: 

dai 40 ai 60 giri al minuto, definiti di fascia alta;

dai 60 agli 80 giri al minuto, definiti di fascia media;

dagli 80 ai 100 giri al minuto, definiti di fascia bassa.