Orologi meccanici, da quali parti sono composti?

Sembra un oggettino semplice, ma un orologio meccanico è quanto di più complesso si possa immaginare a livello di meccanismi invisibili. Il groviglio di ingranaggi all’interno del quadrante è capace di far ingarbugliare anche il più esperto degli orologiai. Ma vediamo, nel dettaglio, la composizione di un modello meccanico, di quante e quali parti è fatto per entrare più addentro a una materia così antica e affascinante. Per quanto numerose e variabili, esistono delle componenti comuni a tutti gli orologi. In particolare, il quadrante, che è la testa dell’orologio, dove si legge l’ora e qualsiasi altra eventuale informazione, il bilanciere, ossia la ruota che gira invertendo i movimenti degli ingranaggi a seconda dei comandi, la ghiera che è l’anello in cui è circoscritto il quadrante è che oltre a proteggere il vetro può anche muoversi per segnalare delle informazioni e la molla, elemento portante negli orologi meccanici in quanto innesca il movimento degli stessi.

La molla consiste in una lamina metallica a spirale che si energizza ogni volta che si carica. Oltre a questi vi sono altri elementi chiave nella composizione degli orologi meccanici, due su tutti le lancette deputate a segnalare l’ora e i minuti, in certi modelli anche i secondi o i giri di cronometro e il vetro che protegge il quadrante e che può essere in plexiglas, materiale resistente ma graffiabile, vetro zaffiro, praticamente indistruttibile o in normale che resiste, ma si può rompere. Per cassa s’intende il corpo dell’orologio che racchiude gli ingranaggi, può essere d’acciaio inox, fra i materiali più resistenti e di qualità, ma negli orologi luxury anche d’oro o d’argento. Senza entrare in tecnicismi, questo è il pacchetto base di parti che compongono un orologio meccanico.

Diversamente, gli orologi al quarzo si distinguono per la batteria, il circuito oscillatore che fa funzionare lo stepper (il ricevitore di impulsi che dà il la al movimento) e i cristalli di quarzo alla base del sistema. La scelta dell’orologio dipende molto dal temperamento e dalla personalità di chi lo acquista, se tradizionalista o più orientato alla modernità e alle tecnologie d’avanguardia, solitamente il cliente medio non è un conoscitore della materia e, quindi, sarà portato a farsi consigliare o a informarsi da solo, online si possono trovare utili consigli d’acquisto, come su www.sceltaorologi.it.